Cicer1Travel
Image default
Home » Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti
Consigli di Viaggio Diari di Viaggio Italia

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti

Il lago di Braies è considerato la Perla delle Dolomiti ed è il lago più fotografato d’Europa. E soprattutto ora che ci sono stata capisco perché!

A Circa 97 km da Bolzano, nel mezzo del Parco naturale Fanes-Sennes e Braies, il lago è immerso in uno scenario mozzafiato, circondato su 3 lati dalle imponenti Dolomiti, tra cui la Croda del Becco sul lato sud. Numerosissimi turisti e fotografi sono attratti da questo spettacolo e dal colore blu intenso delle sue acque limpide, che creano fantastici giochi di luce e riflessi insieme alle montagne.

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti - montagne innevate - dolomiti

Un luogo bellissimo in tutte le stagioni

Il lago di Braies è visitabile in tutte le stagioni

Lo scenario cambia notevolmente, pur restando sempre bellissimo. Noi abbiamo avuto il piacere di trovarle tutte in un solo giorno (poi vi dico perché).

In primavera/estate diventa il punto di partenza per molte escursioni e percorsi di trekking. Da qui parte ad esempio L’alta via n°1, un percorso di trekking che si snoda per 150 km fino a Belluno.

In inverno questi sentieri sono spesso chiusi per pericolo di valanghe, ma si può comunque passeggiare intorno al lago, la cui superficie ghiacciata è solida e doppia.

Nella bella stagione è inoltre possibile noleggiare una barchetta a remi per 25 € l’ora e godere di questo bellissimo spettacolo dal centro del lago.

In alternativa anche una semplice passeggiata sulle sponde del lago (qualunque sia la stagione) è una valida opzione. Si può visitare sia la sponda occidentale, larga e pianeggiante, che quella orientale, più stretta e ripida e che prevede anche una scalinata.

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti - dolomiti

Una nevicata fuori stagione

Siamo venuti qui in primavera inoltrata con Floki, il nostro piccolo Jack Russell

Mentre scrivo è l’8 maggio e siamo appena partiti da Braies con la macchina per la prossima meta. Tutto ci saremmo aspettati tranne che trovare la neve!

Certo, siamo a circa 1500 m di altitudine, ma non credo che trovare la neve a maggio in queste zone sia la norma. Tuttavia questo non è stato certo un male: la visione delle Dolomiti imbiancate che si riflettono nell’acqua limpida del lago, intervallate dai prati verdi e accompagnate dalla luce del tramonto, creava uno spettacolo magnifico. Dai colori sembrava di avere tutte le stagioni nello stesso momento! Il tutto avvolto in un’atmosfera di pace assoluta (interrotta qua e là da qualche abbaiata di Floki che voleva a tutti i costi giocare con i legnetti recuperati a riva).

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti - pet friendly trips - cane che gioca sul lago di braies - jack russell

L'hotel Pragser Wildsee

Questa Perla delle Dolomiti è conosciuta anche con il nome tedesco di Pragser Wildsee, da cui prende anche il nome l’unica struttura alberghiera che affaccia direttamente sul lago.

Proprio questo Hotel è stato protagonista di un importante episodio storico alla fine della seconda guerra mondiale. Qui vennero infatti condotti 141 prigionieri di guerra, tenuti in ostaggio dalle SS come merce di scambio e liberati il 4 maggio 1945 dall’armata americana. In memoria di questo evento, ancora oggi si tengono presso l’hotel convegni e dibattiti sul tema della resistenza al nazismo.

Curiosità

Il lago di Braies è stato anche il set della serie TV italiana “Un passo dal cielo“, dove Terence Hill interpreta una guardia forestale. Io non l’ho mai seguita (generalmente non sono una grande fan delle fiction italiane), ma so che ha avuto un grande seguito. Un motivo in più per i fan per visitare questo luogo magico!

Forse proprio l'atmosfera particolare che si respira qui ha dato luogo a due leggende.

La prima narra che un tempo la vallata fosse abitata da selvaggi che custodivano l’oro delle montagne. Per evitare che gli allevatori rubassero l’oro, crearono il lago di Braies facendo sgorgare delle sorgenti.

Un’altra leggenda narra invece che, remando con la barca sul lago fino all’estrema sponda sud, si possa raggiungere il regno sotterraneo di Fanes.

Dopotutto è normale che luoghi come questi siano avvolti dal mistero ed ispirino storie di questo tipo…

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti - dolomiti innevate

La nostra visita in questa zona è durata purtroppo solo poche ore.

Siamo partiti con la macchina da Berlino all’alba e siamo arrivati al tramonto presso la Gasthof Neuenhaeusern, che consiglio per la posizione, la vista dal balcone, i gentilissimi titolari e il buon cibo del ristorante. Altra nota positiva: la struttura è “pet friendly” e il nostro Floki è stato accolto molto volentieri, sia in camera che al ristorante. Siamo andati a scattare qualche foto al lago al tramonto e ci è piaciuto talmente tanto che ci siamo tornati la mattina seguente.

Il lago di Braies è solo la prima tappa di un lungo viaggio per tutta l’Italia, fino alla Sicilia. Subito dopo la visita siamo dovuti partire infatti per la prossima destinazione.

Lago di Braies: la Perla delle Dolomiti - dolomiti innevate

Vuoi rivivere la nostra esperienza o vuoi semplicemente maggiori informazioni su questi luoghi!

Contattaci
0 0 vote
Article Rating

Related posts

Stati Uniti: cosa fare e quando andare

cicer1travel

Coronavirus: le risposte alle domande più frequenti sul mondo dei viaggi

cicer1travel

Esperienze emozionanti da provare

Francesca
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x